Logo VegPyramid

L'ipertensione

Si parla di "ipertensione" quando i valori di pressione arteriosa, che nel normale devono restare al di sotto di 120 per la pressione massima (o sistolica) e/o 80 (per la pressione minima (o diastolica), superano rispettivamente i valori di 140 e/o di 90.

L'ipertensione è una malattia molto diffusa, che in Italia colpisce un adulto su tre, aumentando il rischio di complicanze vascolari: insufficienza cardiaca, ictus cerebrale, infarto cardiaco. Inoltre l'ipertensione, come il diabete, danneggia anche i piccoli vasi del rene e dell'occhio, provocando insufficienza renale e problemi visivi.

Molti dei fattori di rischio di ipertensione sono riconducibili alla dieta: il sovrappeso-obesità, l'elevato consumo di sale, l'eccesso di grassi e la scarsità di fibre nella dieta. L'arteriosclerosi, poi, è anch'essa un fattore di rischio di ipertensione, che a sua volta aggrava l'arteriosclerosi, cosicché tutti i fattori di rischio di arteriosclerosi lo sono anche di ipertensione e viceversa.

Una dieta a base di cibi vegetali è risultata in grado di mantenere nei limiti della norma i valori di pressione arteriosa e di abbassare fino a normalizzarne i valori negli ipertesi. Questo effetto, indipendente dal basso contenuto di sale, sembra riferibile agli elevati contenuti di potassio della dieta e ai suoi effetti sulla riduzione del peso corporeo e della viscosità ematica.

(tratto da "VegPyramid - la dieta vegetariana degli italiani", Sonda Edizioni)

Visita il nostro nuovo sito:

Il sito VegPyramid è stato sostituito dal nuovo, più aggiornato PiattoVeg.

Visita PiattoVeg.Info

Informativa sui cookie